Home Page

LA STORIA DI FRAZZANO'

Home Page
Tel. 0941-950599 - 328-6923396 - 338-1144457 - mail: info@casealbergo.it

 

Foto di Oggi FRAZZANO' - STORIA E DESCRIZIONE DELLA CITTA' Foto di Ieri

Il comune conta 1.080 abitanti e ha una superficie di 689 ettari per una densità abitativa di 157 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona collinare, posta a 560 metri sopra il livelo del mare.

Le origini di Frazzanò sono molto antiche e sono legate all'occupazione araba in Sicilia. Si ritiene che il piccolo centro, sia stato fondato da un gruppo di fuggiaschi bizantini, provenienti dalla città di Crastus, intorno all'anno 860 d.C. per sfuggire all'invasione saracena.

È un centro prevalentemente agricolo e le colture principali sono le olive, le nocciole, gli agrumi e l'uva che si possono gustare nell'annuale Fiera che si tiene nel mese di agosto. Diverse sono le cave di marmo che si trovano su tutto il suo territorio.

Il nome Frazzanò deriva dalla forma dialettale fratstsa o fradzdza che significa "ghianda" e si riferisce alle ghiande degli alberi di Faggio che sono numerosi nel luogo. Il centro urbano fu fondato nell'835 da dei profughi provenienti dalla città di Castro, sfuggiti all'invasione araba.

Nel corso dei secoli fu conquistata dagli Arabi e in seguito venne rese libera dai Normanni. Nel 1200 il sovrano Federico II d'Aragona vi fece costruire un castello chiamato "Belmonte" che divenne sua fissa dimora.Il feudo appartenne alla famiglia Filangeri, col titolo di Baroni, dal 1453 fino alla fine del secolo XVIII, quando divenne comune autonomo.

Di notevole interesse architettonico sono la Chiesa Madre dedicata a Maria SS. dell'Annunziata che conserva una stupenda facciata settecentesca fatta con il marmo locale, la Chiesa di S. Lorenzo costruita nel 1600 in stile barocco che conserva all'interno di un'urna le reliquie del santo e l'Abbazia basiliana di S. Filippo di Fragalà (detta anche Monastero o convento di Fragalà) fondata nel sec. XI dal sovrano Ruggero I, in cui venivano custoditi pregevoli pergamene e testi antichi di latino e greco.

EVENTI ANNUALI

Processione dei Misteri (Venerdì Santo); 

Processione in onore di S. Calogero(8 agosto) e della SS. Annunziata(9 agosto);

Festa patronale S. Lorenzo(10 agosto); 

Festa del SS. Crocifisso (II Domenica di settembre).

ARTE E CULTURA

Bella la chiesa Madre, dedicata a Maria SS. Annunziata. Il prospetto di questo tempio, di stile barocco, è lavorato in marmo locale. Sul timpano della porta maggiore, è scolpita l'Annunziata, fra San Pietro a sinistra e San Paolo a destra.

La chiesa fu edificata nel 1117, per voto fatto dalla contessa Adelasia, per essere miracolosamente scampata ad un pauroso naufragio nella deserta costa del Capo Agatirno (oggi Capo d'Orlando). Fu poi lentamente ingrandita dal 1570 al 1710 sotto il regno di Amedeo II di Savoia. Nell'interno sull'altare maggiore, si leva, per un'altezza di circa otto metri, un tabernacolo, tutto scolpito in legno, e rivestito finemente da foglie d'oro.

Il tabernacolo opera pregevole dello scultore Filadelfio Allò della vicina Mirto ospita, in apposita grande cappella, la bellissima statua in marmo della SS. Annunziata, scolpita nel 1575 da Giuseppe Gagini, con base pregevole istoriata con episodi dell'Annunciazione e della Natività. Due puttini alati, ancora più in alto, sorreggono una grande corona, in omaggio alla Regina dei Cieli. Internamente, ai lati della cappella, sono collocate le statue in legno dei Santi Apostoli Pietro e Paolo: a destra la prima, a sinistra la seconda. L'opera è di stile barocco.

Lo stesso stile è impresso negli stucchi del 1765 dell'abside e della navata maggiore, decorati tardivamente con una certa abbondanza di colori da Franco della vicina Longi nel 1845.

La chiesa conserva anche pregevoli quadri settecenteschi, fra cui quello della Madonna del Rosario, del 1712, dipinto da Pietro Berna da Capizzi.

NUMERI UTILI

Municipio: Via Umberto I, 24 - Tel. 0941-959037 - fax 959301.
Ufficio Postale: Via Libertà - Tel. 0941-959038
Ambulatorio Comunale: Tel. 0941-959123


Cookie Policy
Privacy Policy